A che gioco giochiamo?

Una mattinata luminosa come questa non può che suggerire di fare due passi, un paio di vasche sul lungomare. Magari proseguire fino alla piscina. Ma sì, così vediamo a che punto sono i lavori. Ormai sono passati due mesi dalla sera del “funerale”, già allora si diceva informalmente quel che il Sindaco in persona, durante la presentazione della squadra avvenuta un paio di settimane dopo, avrebbe ufficializzato: a breve partiranno i lavori per le opere di manutenzione necessarie a consentire l’ avvio dell’ acquisto dell’ impianto, entro dicembre o al massimo gennaio contiamo di aver terminato e avere una piscina nuovamente agibile. Memori di queste parole, con fare un po’ da vecchietti che passano il tempo a guardare i cantieri passiamo il Ponte Cevasco e ci dirigiamo verso Punta S. Anna. Questo è lo spettacolo che si è presentato ai nostri occhi.
All’ uscita del tunnel degli spogliatoi, una sedia semiaffondata, una palla medica, alcuni dei lumini accesi quella sera di ottobre. Il livello dell’ acqua è sceso per l’ evaporazione, e l’ assenza di filtraggio le ha fatto assumere un color verde a metà fra il triste e lo stomachevole…

La porta lato sud è affondata, agganciata ancora solo alla base. A farle compagnia una pattumiera…

Punta Sant'Anna

Lo scorcio è fotograficamente interessante, ma emotivamente rivoltante…

Dai fondali lato nord traspare un tavolino capovolto. Se non fosse per l’ oggetto verrebbe da pensare al passaggio fra le Paludi Morte di Frodo, Sam e Gollum…

Altra immondizia a galla sotto la scaletta. L’ acqua torbida lascia solo spazio all’ immaginazione per indovinare cosa si celi sul fondo. Forse che Nessie ha deciso di svernare qui?

La porta lato nord è al suo posto, a differenza della dirimpettaia. L’ acqua però mostra ancora lumini, cartelloni pubblicitari, e una delle casse contenenti le corsie galleggia mestamente nell’ angolo.

Questo è lo spettacolo che la piscina più gloriosa e titolata d’ Italia presenta agli occhi della sua Città. Questo è il risultato delle promesse, degli annunci in pompa magna, degli accordi presi. Questo è lo specchio di quanto la Civica Amministrazione tenga al suo patrimonio, alla disciplina che più di ogni altra cosa ha portato il nome di Recco in giro per il mondo. Questo è il rispetto che ha per quelli come noi che hanno nel cuore questa squadra, questi colori e questo impianto. E, ogni giorno che passa, mi domando sempre con maggior insistenza quanti siamo davvero. E’ l’ occasione giusta per fare la conta.
Aspetto le vostre risposte.

Vuoi dire la tua?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...